L'ambizione di partire ed il desiderio di tornare, Diego Puzzangara: "Vi racconto il mio mondo"

E' tra gli agrigentini più seguiti su Instagram è un influencer ma anche e soprattutto un content creator. Da Canicattì a Milano con la Sicilia dentro al cuore

Foto Diego Brus

Sei un attore, imprenditore, uno studente, o anche un "cervello" in fuga?  Abbiamo deciso di dare voce agli agrigentini fuori sede. Le loro esperienze, i loro racconti e le loro storie possono essere da esempio per chi ha voglia di tornare o anche di restare. Dedicheremo uno spazio settimanale, un focus che serva a raccontare le vite ormai lontane dall’ombra della Valle dei Templi. Un microfono aperto a tutti, una volta a settimana. Se un agrigentino fuori sede? Raccontati ad AgrigentoNotizie.

Lasciare Canicattì, con il cuore pesante, per scoprire altri luoghi che poi sono diventati una nuova casa. La Sicilia, seppur a malincuore, è lontana ma non troppo quando si ha la Trinacria scalfita dentro l’anima. Il nostro volto della settimana si chiama Diego Puzzangara, è figlio e nipote d’arte. Nelle sue vene sangue di poeta. Il 31enne che oggi vive a Milano è un influencer ma anche e soprattutto un content creator. Le scelte coraggiose, un sogno grande e la voglia matta di farcela. 

Diego Puzzangara ha lavorato per i principali brand del mondo, il suo volto è stato associato a aziende di moda come: Ferragamo, Zalando, Tommy Hilfiger, Wrangler, Adidas, Kappa, Ray-Ban, Jeep, Mercedes, Mtv, Real Time, Samsung, Nokia e tanto altro.

Ciao Diego, raccontaci la tua storia
 

"Ciao a tutti sono Diego vivo a Milano ma sono originario di Canicattì, creo contenuti, ovvero amo definirmi un content creator. Il mio profilo Instagram è Diegobrus. Sono un appassionato di storie, foto ed esperienze. Sono arrivato a Milano circa nove anni fa, lavoravo nel mondo della comunicazione. Avevo voglia di mettermi in gioco, mi definisco una persona abbastanza curiosa. Ho lavorato per tanti brand della moda italiani e non solo e ultimamente sono stato protagonista di alcuni spot e programmi televisivi a livello internazionale (Vh1 Italia). Amo tutto ciò che è 'green' e questo mi ha portato a scoprire un nuovo mondo. Il mio nuovo modo di vivere lo devo ad un’esperienza che mi ha cambiato la vita: il Cammino di Santiago de Compostela. Ho camminato per dieci lunghi giorni percorrendo circa 200 chilometri, immerso nella natura e ho raccontato le mie esperienze più intime regalandomi un vero e proprio diario di viaggio. Amo la fotografia e quindi immortalavo luoghi, momenti ed emozioni. Da poco sono stato anche protagonista, in qualità di ambassador, di una bellissima esperienza formativa con l’importante brand svedese Fjällräven, marchio che da circa 20 anni si occupa della salvaguardia delle volpi artiche. E’ stata un’esperienza mozzafiato che mi ha sensibilizzato a temi contemporanei come la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente". 

Ti manca la tua terra?

"Mi manca molto la mia città dove ho i miei più cari affetti, ma sono felice dei traguardi che ho raggiunto. La Sicilia è la mia terra 'tascabile' che mi apre sempre scenari bellissimi e di grande stimolo creativo".

 In cosa dovrebbe migliorare la tua terra?

 "Io amo la mia terra e sogno anche di poterci tornare un giorno, magari non solo da anziano. Sicuramente vorrei ci fosse più sensibilità al cambiamento e voglia di apertura utile a sviluppare nuove idee e progetti. Non rinnegherei mai il posto da dove provengo a cui sono molto legato sia per le radici, la vita che per i miei cari. La Sicilia ha una storia culturale che fa invidia al mondo: colori, odori, tradizione e forse dovremmo investire di più e sfruttare le nostre bellezze".

 Hai un consiglio per i giovani agrigentini?

 "I giovani devono soprattutto studiare, coltivare le proprie ambizioni per realizzare i propri sogni. Devono essere coraggiosi, ambiziosi ma soprattutto insistere e non fermarsi mai avanti agli errori perchè è proprio da li che io ho imparato tantissimo. Non avrei raggiunto nessuno dei miei obiettivi se non fossi caduto svariate volte e un altro consiglio che mi sento di dare è di viaggiare per conoscere il mondo e arricchirsi delle altrui culture.

 Sogni di tornare?

 "Per adesso sono in viaggio con una grande voglia di arricchirmi, ma consapevole che la meta potrebbe essere proprio quella di tornare".


Come stai vivendo questi giorni di piena emergenza?

 "All’inizio c’era molta confusione, credo come tutti, e poi mi sono accorto che tornare alla routine fatta di lavoro e tempo libero non era altro che la chiave per trovare l’equilibrio che in questo momento ci serve a tutti. Un valore aggiunto è stato poi confrontarmi con persone inaspettate e scoprire molti miei lati deboli per renderli la mia forza".

 Qual è il tuo più grande sogno?

"Ho molti progetti in cantiere dall’editoria ai social. Al momento mi sono iscritto ad un corso di recitazione cinematografica. Sono una persona molto ambiziosa e la passione per la recitazione l’ho ereditata da mio padre, Antonio Puzzangara, anche lui attore che ha dedicato l’intera vita al teatro e al cinema. Ad oggi direi che il mio più grande sogno è quello di far parte di un importante progetto artistico di cui mio padre potrebbe andarne fiero". 

0-21-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento