rotate-mobile
L'iniziativa / Sant'Angelo Muxaro

“Kokalos, la mennula amara”: presentata l’opera della scrittrice belicina Gabriella Vicari

L’evento è stato ospitato a Sant’Angelo Muxaro: un incontro di bellezza e arte per raccontare la Sicilia e la sua gente

La scrittrice belicina Gabriella Vicari ha presentato a Sant’Angelo Muxaro l’opera teatrale “Kokalos –La mennula amara”. Lei arriva dalla città del Gattopardo e di Elsa Morante e la sua opera teatrale è già stata premiata nell’ambito del 13esimo premio internazionale “Navarro”.

A presentarla al pubblico è stato Pierfilippo Spoto, guida naturalistica e fondatore della val di Kam, nonché organizzatore della recente Sagra dell’asparago selvatico. Spoto ha incontrato Gabriella Vicari durante uno dei tanti viaggi “esperienziali” nella valle del Platani.

Il viaggio si è trasformato in un incontro di bellezza e di arte per raccontare la sicilia e la sua gente.

Il dramma racconta di Kokalos, figlio del ciclope Biareo, sovrano della fortezza di Kamico, che accoglie Dedalo fuggito da Minosse. Il re, consigliato dalle quattro figlie che rappresentano le donne di Sikania, farà uccidere Minosse per salvare l’architetto alato che aveva promesso ai Sikani di rendere bellissima la loro terra.

L’opera ha la struttura del dramma greco passando attraverso la favola e il mito. Racconta la  disperazione del re Kokalos e la forza delle donne sikane con il fascino e la musicalità della lingua siciliana.

Il reading del prologo dell’opera è stato curato dall’attore Calogero Morreale che ha dato voce al famoso storico greco Diodoro Siculo. Tra l’altro è stato preannunciato che, in occasione della seconda edizione della Sagra dell’asparago selvatico, sarà rappresentata l’opera che trasformerà il mito con la bellezza del teatro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Kokalos, la mennula amara”: presentata l’opera della scrittrice belicina Gabriella Vicari

AgrigentoNotizie è in caricamento