menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 -1760

-1760

Joppolo ricorda un suo cittadino caduto in Russia durante la seconda guerra mondiale

La cerimonia, organizzata appositamente nella ricorrenza delle Forze armate e dei caduti in...

È stata consegnata ieri mattina ai familiari, giunti appositamente dal Belgio, la piastrina di riconoscimento del militare joppolese Angelo Sacco, deceduto in Russia nel 1943. La cerimonia, organizzata appositamente nella ricorrenza delle Forze armate e dei caduti in guerra, ha visto la presenza del picchetto d’onore del comando provinciale dei Carabinieri, del capitano Asti e di tutte le autorità civili, militari e religiose locali.

Il corteo, la banda musicale, i carabinieri in alta uniforme, i bambini delle scuole di Joppolo Giancaxio, la messa solenne celebrata dall’arciprete don Angelo Portella, e poi i discorsi della varie autorità, con in testa il sindaco Lo Dico, hanno fatto da sfondo ad una festa, per un caduto in guerra joppolese.

Emozionantissimi i parenti del soldato Angelo Sacco, il cui ritrovamento della piastrina, avvenuto lo scorso anno in Russia a Miciurinsk, ha permesso di ricostruirne i movimenti e immaginare, forse, gli ultimi tribolati momenti della sua esistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento