rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Ispettori del lavoro accusati di assenteismo, il pm: "Si trascrivano le intercettazioni"

La richiesta del sostituto Alessandra Russo all'udienza preliminare. Il gup si riserva di decidere

Il pm Alessandra Russo chiede di trascrivere le intercettazioni ambientali fra i due imputati. Il gup Alessandra Vella si riserva di decidere e l'udienza preliminare viene rinviata. 

Il processo è quello a carico di due ispettori del lavoro a cui viene contestato di essersi scambiati il badge di ingresso. In questo modo uno avrebbe favorito l’altro. Si tratta di Giacomo Bacino, di Burgio ma residente a Realmonte, 67 anni, e Salvatore Curto, 59 anni, di Racalmuto ma residente ad Agrigento.

Il pubblico ministero Carlo Cinque, che ha raccolto un’indagine molto più vasta che comprendeva altri indagati e ipotesi di reato ben più gravi, ha chiesto il loro rinvio a giudizio per violazione della legge sul pubblico impiego. L’udienza preliminare per decidere se mandarli a processo o disporre il non doversi procedere, sempre che i difensori (gli avvocati Daniela Posante e Francesco Mangione) non chiederanno giudizi alternativi, riprende il 27 novembre. Il giudice dovrà pronunciarsi sulla richiesta del pm. Se dovesse essere accolta nominerà un perito e i tempi si allungherebbero. 

L’inchiesta, svolta sul campo dai carabinieri, sembrava destinata ad alzare il tiro e invece si è “sgonfiata” fino all’archiviazione quasi integrale ad eccezione di un episodio di assenteismo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispettori del lavoro accusati di assenteismo, il pm: "Si trascrivano le intercettazioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento