Isola di "prossimità" per gli utenti di Misita-Ciavolotta, ma è distante chilometri

Gli utenti ad oggi hanno conferito i rifiuti presso la casa cantoniera dove stazionava un camioncino per la raccolta dei materiali diffenziati: un sistema che però non sempre ha funzionato

La discarica venutasi a creare nell'area di Ciavolotta

Aree non servite dal servizio di raccolta differenziata, il Comune prova a scongiurare la nascita di nuove discariche abusive attraverso la creazione di isole ecologiche distanti, però, alcuni chilometri, nonostante si chiamino di "prossimità".

Nella giornata di domani, ad esempio se ne inaugrerà una in via Sirio, che servirà gli utenti di contrada Ciavolotta-Misita e le case sparse circostanti che fino ad oggi hanno conferito i rifiuti presso la casa cantoniera di Ciavolotta, dove - non sempre con puntualità svizzera - stazionava un camioncino per la raccolta dei materiali diffenziati. Un sistema che ha prodotto la creazione di discariche incontrollate, così come il posizionamento di alcuni cassonetti per la differenziata nei pressi, che certamente non ha agevolato la differenziata e, anzi, ha creato scontri tra chi andava a conferire e chi abitava in quella zona.

Adesso l'idea dell'isola di "prossimità" dotata di chiavi di accesso che "saranno consegnate agli utenti interessati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento