rotate-mobile
Cronaca Lampedusa e Linosa

Sale sul costone dell'isola dei Conigli e cedono alcuni massi: si teme frana e scoppia il caos

Non è chiaro se il turista cinquantaduenne volesse fare delle foto o se volesse spalmarsi di roccia argillosa. Dopo il cedimento di piccoli massi, terrorizzato, è rimasto bloccato. L'uomo ha riportato delle escoriazioni ed è stato già trasferito, in via precauzionale, al Poliambulatorio

"E' franato il costone dell'isola dei Conigli, si temono feriti". L'allarme sociale è dilagato all'improvviso a Lampedusa. Sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento isolano, le ambulanze e le forze dell'ordine. Anche il sindaco Totò Martello si è subito precipitato. 

Nessuna frana, per fortuna, in quello che è lo scenario più apprezzato del mondo. Si sono semplicemente staccati alcuni massi di media grandezza e un uomo - un turista italiano di 52 anni - è stato portato, in via precauzionale, al Poliambulatorio. Ha riportato delle escoriazioni e non è, per sua fortuna, ferito gravemente. 

Soccorso turista all'isola dei Conigli

L'uomo è stato soccorso, aiutato a scendere dal costone dove era rimasto "prigioniero", dai vigili del fuoco del distaccamento di Lampedusa. Il turista cinquantaduenne si era arrampicato - secondo quanto emerge dalle testimonianze delle persone che erano in sua compagnia - per scattare delle fotografie. E lo aveva fatto lungo il costone della parte sinistra, dove l'acqua è solitamente bassa e permette di raggiungere l'isola dei Conigli. Durante la scalata, il cinquantaduenne - che era in compagnia della moglie - ha sentito venir meno la terra sotto i piedi: alcuni (pochi - riferiscono i presenti - ) massi di media grandezza si sono staccati e sono scivolati. L'uomo, terrorizzato, anziché scendere ha continuato a salire ed è stato preso dal panico, rimanendo "prigioniero" del costone. A soccorrerlo sono stati appunto i vigili del fuoco, mentre nell'area prima e su tutta l'isola dopo dilagava, di fatto, il panico e la falsa notizia della frana del costone dell'isola dei Conigli.

"Si è trattato di un piccolo smottamento" - ricostruiscono i vigili del fuoco che sono stati sul posto e che hanno soccorso il turista - . 

Secondo gli operatori della Riserva, che hanno seguito l'intera vicenda, il turista pare che volesse spalmarsi di roccia argillosa: una pratica vietata ma molto diffusa all'isola dei Conigli.

Il gruppetto di persone sarebbe arrivato a nuoto sullo scoglio. Soltanto il cinquantaduenne si è arrampicato e dopo il cedimento non è riuscito più a muoversi. Appare scontato che l'uomo - a prescindere da cosa volesse fare o abbia fatto - verrà multato perché è vietato arrampicarsi, allontanarsi dei sentieri, prelevare piante, animali e rocce, nonché avvicinarsi a meno di 100 metri dai costoni rocciosi. Tutto il costone è interdetto per frane e ci sono anche i divieti della Riserva. 

"Nessuna frana, non c'è stata alcuna frana ma solo la caduta di terriccio nella parete della Tabaccara che non sovrasta la spiaggia dell'isola dei Conigli, perché una coppia si stava arrampicando e gli è scivolato il terreno sotto ai piedi - ha detto il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, - . L'allarme scattato è stato ingigantito all'inverosimile. Quattro turisti si sono avvicinati, uno sarebbe salito, la moglie lo avrebbe cominciato a seguire mentre due ragazzi sono rimasti vicino al mare. I due che stavano salendo si sono spaventati per il terriccio che gli sfuggiva sotto ai piedi e hanno chiamato i vigili del fuoco. L'accesso all'isola dei Conigli non è mai stato chiuso"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale sul costone dell'isola dei Conigli e cedono alcuni massi: si teme frana e scoppia il caos

AgrigentoNotizie è in caricamento