Uno studio rivela il mondo nascosto al di sotto dell'ex ospedale psichiatrico

L'attività di ricerca è stata condotta dai geologi dell’associazione "Agrigento Sotterranea", con la collaborazione del gruppo speleologico "Kamicos" e di Legambiente Sicilia

Una fitta rete di cunicoli, canali e di enormi cisterne tutte scavate nella pietra all'interno dell'ex ospedale psichiatrico di Agrigento e del proprio "giardino", oggi di proprietà del Libero consorzio, è stata oggetto di studi appronfonditi che, per la prima volta, hanno messo in luce tutti i segreti anche di questa porzione della rete ipoteica cittadina.

L'attività di ricerca, che sarebbe dovuta essere presentata durante un convegno nei giorni scorsi, ovviamente annullato a causa del Covid-19, è stata condotta dai geologi dell’associazione "Agrigento Sotterranea", con la collaborazione del gruppo speleologico "Kamicos" e di Legambiente Sicilia, come ente gestore della riserva naturale “Grotta di Sant’Angelo Muxaro”.

Al centro di tutto, appunto, l'area dell'ex "manicomio",  in cui sono presenti, dice lo studio, "delle interessanti testimonianze di evidenti canali superficiali scavati nella calcarenite pleistocenica, disposti secondo un andamento regolare, che confluiscono all’interno di cisterne sotterranee, anch’esse scavate all’interno dell’ammasso calcarenitico. Scopo di tali strutture superficiali - continua - era quello di captare le acque di ruscellamento in concomitanza di eventi meteorici e canalizzare tali deflussi all’interno di strutture di accumulo, quali appunto le cisterne sotterranee".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo studio, secondo i ricercatori "ha contribuito ad arricchire il già vasto patrimonio ipogeo presente in tutto il colle agrigentino, sino alle sue propaggini più meridionali, e ha valorizzato ulteriormente tale ricchezza, che può costituire un importante tassello nell’offerta turistica di Agrigento, cosi come già fatto da numerose altre città, basti solo citare, ad esempio, le realtà di Napoli Sotterranea e Roma Sotterranea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento