rotate-mobile
Il provvedimento / Licata

Invasione di campo durante una partita di calcio, Daspo a tifoso 39enne

L’uomo è prima salito sulla sommità della recinzione metallica e poi ha scavalcato per entrare nel rettangolo di gioco provocando l’allarme tra i giocatori e la terna arbitrale. Era già stato deferito 2 volte, per fatti analoghi, all’Autorità giudiziaria

E’ stata una partita particolarmente “movimentata” quella tra Licata e Giarre, valevole per il campionato di serie D. Ad un certo punto del match, un tifoso è salito sulla sommità della recinzione metallica scavalcandola e riuscendo poi ad entrare in campo. Un’invasione in piena regola che ha provocato allarme tra i giocatori e la terna arbitrale con la conseguente interruzione del gioco. 

Protagonista un tifoso del Licata, classe 1984 (L. G. sono le sue iniziali) al quale il gip del tribunale di Agrigento ha convalidato il Daspo per 8 anni, ovvero il divieto di accedere a manifestazioni sportive, emesso dal questore di Agrigento. 

I fatti risalgono al 22 maggio scorso allo stadio comunale “Dino Liotta”. Adesso arriva la convalida del provvedimento. Il comportamento del tifoso, che si trovava nella tribuna dello stadio destinata agli ultras, ha causato un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica con un possibile incitamento ad atti emulativi da parte degli altri sostenitori della squadra licatese. 

L’uomo risulta peraltro recidivo poiché già deferito per 2 volte volte all’Autorità giudiziaria per medesimi fatti e sottoposto ad analoghi provvedimenti.

Oltre al Daspo il 39enne licatese è stato sottoposto anche all’obbligo di recarsi al commissariato di Licata durante tutte le partite del Licata Calcio, sia effettuate in casa che in trasferta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invasione di campo durante una partita di calcio, Daspo a tifoso 39enne

AgrigentoNotizie è in caricamento