menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il collaboratore di giustizia Giuseppe Tuzzolino

Il collaboratore di giustizia Giuseppe Tuzzolino

Intrecci fra malaffare e massoneria, slitta di una settimana l'audizione di Tuzzolino

L'architetto-pentito doveva essere ascoltato oggi all'aula bunker del carcere Petrusa. Rinvio al 23 marzo per un altro impegno del collaboratore

E' slittata al 23 marzo l'audizione dell'architetto-pentito Tuzzolino, programmata per questa mattina alle 10,30 nell'aula bunker del carcere Petrusa, nell'ambito del processo alla cosiddetta "cricca" di Lampedusa. 

Il collaboratore di giustizia era stato ascoltato il 14 febbraio dai pubblici ministeri Carlo Cinque e Salvatore Vella in una località segreta, in "un'attività integrativa di indagine" collegata al processo dove sono imputati, con l'accusa di avere messo in piedi una vera e propria organizzazione a delinquere, dedita a tangenti e truffe, venticinque persone fra cui l'ex sindaco Bernardino De Rubeis, l'ex dirigente dell'Ufficio tecnico Giuseppe Gabriele e l'ex responsabile del Suap (Sportello Attività produttive del Comune) Gioacchino Giancone.

Ieri mattina l'udienza è andata a vuoto. Sarà fatto un altro tentativo la prossima settimana. Tuzzolino, in particolare, ha ricostruito gli intrecci fra malaffare e massoneria coinvolgendo alcuni imputati del processo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento