rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Centro città / Via Gioeni

Tre colpi di fucile contro il portone di un 40enne: identificato e denunciato l'autore

I poliziotti della Squadra Mobile hanno deferito in Procura il trentacinquenne che avrebbe utilizzato un calibro 12 caricato a pallettoni

E' stato individuato e denunciato alla Procura il presunto autore dell'intimidazione messa a segno, nella notte fra giovedì e ieri, in via Gioeni. Il "bersaglio" dei tre colpi di fucile calibro 12, caricato a pallettoni, è stato un quarantenne agrigentino. A denunciare colui che avrebbe sparato due colpi al portone dell'abitazione del quarantenne e un terzo colpo in direzione della camera da letto sono stati i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento. 

Due colpi di fucile contro il portone e uno contro la camera da letto: 40enne nel mirino

In via Gioeni, dopo l'attentato intimidatorio, sono giunti sia i poliziotti della sezione "Volanti" che quelli della Squadra Mobile e della Scientifica. L'attività investigativa è stata immediata e in tempo record si è arrivati a quella che sembrerebbe, appunto, essere la svolta: la denuncia, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del presunto responsabile. Si tratta di un trentacinquenne - familiare della vittima - che, adesso, dovrà rispondere delle ipotesi di reato di danneggiamento aggravato, porto abusivo di arma da fuoco, tentato omicidio ed esplosione d'arma da fuoco in luogo aperto al pubblico.   

I sospetti dei poliziotti della Squadra Mobile si sarebbero subito concentrati sul trentacinquenne. Le perquisizioni, realizzate durante la notte, “hanno consentito di raccogliere rilevanti elementi indiziari suo carico” . Proprio “nel corso delle perquisizioni sono state rinvenute varie armi legalmente detenute dal trentacinquenne agrigentino che saranno sottoposte agli accertamenti balistici per stabilire la compatibilità con i bossoli rinvenuti sull’asfalto dagli agenti della Mobile e della Scientifica”. Già oggi gli accertamenti balistici risultano essere in corso. Gli specialisti della Scientifica stanno analizzando i bossoli rinvenuti in via Gioeni per stabilire se sono o meno compatibili con le varie armi legalmente detenute dal denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre colpi di fucile contro il portone di un 40enne: identificato e denunciato l'autore

AgrigentoNotizie è in caricamento