La ripartenza lenta della giustizia, Gaziano: "Il ministro si è spogliato delle sue competenze"

Duro attacco del presidente del consiglio di disciplina del distretto: "Doveva decidere, non delegare ma adesso si riparte tutti insieme"

"Il ministro si è spogliato delle sue competenze delegando altri a occuparsi dell''organizzazione della giustizia". L'avvocato Antonino Gaziano, presidente del consiglio di disciplina del distretto di Palermo, dalla redazione di AgrigentoNotizie, affronta i tempi principali della giustizia ai tempi del Coronavirus.

"Ripartenza lenta? Purtroppo abbiamo assistito a una cosa anomala, il Guardasigilli ha delegato i capi degli uffici anzichè occuparsi in prima persona dell'organizzazione dei tribunali".

Ad Agrigento ci si prepara a partire in maniera più decisa, probabilmente già dal primo luglio. "Il presidente del tribunale e il commissario dell'Ordine hanno lavorato con grande senso delle istituzioni che rappresentano, adesso dobbiamo farci trovare pronti a riprendere nel rispetto delle regole e della nostra salute".

Il 2020 si è aperto con la grande battaglia sulla prescrizione, poi è arrivata la pandemia. "E' questa la nostra prima battaglia - risponde Gaziano - ma non solo. Si sta lavorando per portare gli avvocati nei consigli giudiziari e nel consiglio superiore della magistratura".

Il Covid-19 ha bloccato le elezioni per il rinnovo del consiglio dell'Ordine di cui Gaziano è stato, per tanti anni, presidente. Qualcuno vorrebbe riaprire le candidatura. "Non entro nel merito - risponde dribblando la domanda -, mi auguro solo al più presto che il consiglio possa essere operativo nella sua regolarità". 

Video popolari

La ripartenza lenta della giustizia, Gaziano: "Il ministro si è spogliato delle sue competenze"

AgrigentoNotizie è in caricamento