Stop all'acquedotto Fanaco, Campobello e Ravanusa restano senz'acqua

Le gestione commissariale del servizio idrico: "L’erogazione tornerà a normalizzarsi non appena Siciliacque avrà ripristinato la regolare fornitura"

Stop al funzionamento dell'acquedotto Fanaco, per la precisione della bretella che rifornisce Campobello di Licata e Ravanusa. I due paesi restano, dunque, senz'acqua. A darne avviso, dopo aver ricevuto una comunicazione da Siciliacque: società di sovrambito, è la gestione commissariale del servizio idrico integrato Ati Ag9. 

"L’erogazione tornerà a normalizzarsi nel minor tempo possibile, nel rispetto dei necessari tempi tecnici, non appena Siciliacque S.p.A. avrà ripristinato la regolare fornitura" - chiariscono i commissari - .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento