rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Truisi, via agli interrogatori di garanzia degli indagati

Inizieranno oggi, nel tribunale di Agrigento, gli interrogatori degli indagati per l'omicidio di Angelo Truisi, il fabbro licatese di 22 anni scomparso il 2 gennaio scorso e ritrovato cadavere 20 giorni dopo sul terrazzo di una villa abbandonata in contrada Nicolizia

Inizieranno oggi, nel tribunale di Agrigento, gli interrogatori degli indagati per l’omicidio di Angelo Truisi, il fabbro licatese di 22 anni scomparso il 2 gennaio scorso e ritrovato cadavere 20 giorni dopo sul terrazzo di una villa abbandonata in contrada Nicolizia.

Davanti al gip Francesco Provenzano ed al pm Matteo Cinque saranno condotti  Diego Catania di 22 anni e di Angelo Cannizzaro di 20 anni, arrestati la notte del 25 settembre tra Gela e Licata.

VIDEO - Il blitz per l'arresto dei presunti assassini

Diversi sono gli elementi riscontrati dagli inquirenti e che adesso gravano sugli accusati: come l'avere tentato di depistare fin da subito le indagini dirottando le attenzioni su un soggetto rivelatosi poi del tutto estraneo alla vicenda, tramite l'invio di sms dal telefonino di Truisi.

Per il terzo indagato, Salvatore Gueli di 40 anni, l'interrogatorio di garanzia si terrà nei prossimi giorni perchè essendo stato arrestato a Colonia, in Germania, bisognerà ottenere l’estradizione del licatese in Italia.

Omicidio Truisi, l'arresto dei tre presunti colpevoli

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Truisi, via agli interrogatori di garanzia degli indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento