Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Inquinamento acustico nelle vie Degli Imperatori e Volpe, il Codacons: "Pericolo per la salute pubblica"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Giuseppe Di Rosa, vice presidente provinciale della Codacons, segnala una situazione di probabile inquinamento acustico ed ambientale con pericolo per la salute pubblica.
Il Comune di Agrigento ha individuato, con proprio atto pubblico, un'area a ridosso del bivio che immette alla via Degli Imperatori dalla via Magellano che ospita un “abbeveratoio”, verosimilmente monumentale, trasformandola di fatto in area di trasbordo che, così come segnalatoci da residenti, attività commerciali ed attività turistico-ricettive della zona, produce nelle ore di utilizzo “un'area irrespirabile” e un rumore con inquinamento acustico. Nelle ore di chiusura diverrebbe sede di ritrovo per animali di ogni genere.
Sempre con atto pubblico, è stata individuata anche l’area che insiste all’interno del Parco dell’Addolorata, e cioè nella via Volpe e precisamente nell’area di sosta che conduce sul viadotto Akragas. In questa area, trasformata in una vera a propria discarica, la situazione igienico-sanitaria è al collasso.
Tali segnalazioni, seppure avvenute più volte tramite la stampa e le associazioni di categoria al Comune di Agrigento, non hanno prodotto nessun risultato e ci hanno portati a scrivere a agli uffici dell'Arpa, dell'Asp (Dipartimento prevenzione e servizio igiene ambienti di vita), al sindaco Francesco Miccichè, al Comando di polizia provinciale - Sezione tutela ambientale - e alla Soprintendenza ai beni culturali.
Visto che con le alte temperature della stagione estiva, il tutto si acuisce ed infastidisce non poco le attività commerciali e turistico ricettive che di fatto vedono penalizzato il loro investimento.
Chiediamo pertanto di intervenire per il ripristino della legalità, che, a parere di chi lamenta la questione, sembrerebbe essere passata in secondo piano.
Dispiace dover constatare che ad oggi ed a distanza di sei anni, il sistema di raccolta differenziata continua ad essere fallimentare a dispetto dei costi altissimi. Quella che altrove sarebbe stata un’opportunità di crescita, qui è sempre più un problema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento acustico nelle vie Degli Imperatori e Volpe, il Codacons: "Pericolo per la salute pubblica"

AgrigentoNotizie è in caricamento