Villaseta, non mandavano i figli a scuola: denunciati 21 genitori

Secondo gli accertamenti dei carabinieri di Villaseta, gli alunni avrebbero superato il numero massimo di 250 ore di assenza. I genitori dei dodici ragazzi, dopo la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento, rischiano ora un'ammenda

Non mandavano a scuola i figli, facendo superare loro il tetto massimo di assenze consentite. Una circostanza che i docenti hanno riscontrato soprattutto durante la fase di scrutinio e che, come la legge prevede, hanno segnalato ai carabinieri. I militari della stazione di Villaseta, comandati dal maresciallo Vincenzo La Rocca, hanno così denunciato a piede libero ben ventuno genitori per inosservanza all'obbligo dell'istruzione scolastica dei figli minori.

 
La vicenda ha riguardato dodici bambini, tutti in età di scuola dell’obbligo, frequentanti l'Istituto comprensivo "Quasimodo" di Villaseta. I genitori, sentiti dai carabinieri, non hanno fornito alcuna valida giustificazione sull’assenza dei loro figli dalla scuola. I docenti, infatti, non hanno potuto neanche valutare i ragazzi nelle operazioni di scrutinio recentemente effettuate.
 
Secondo gli accertamenti dei carabinieri di Villaseta, gli alunni avrebbero superato il numero massimo di 250 ore di assenza. I genitori dei dodici ragazzi, dopo la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento, rischiano ora un’ammenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento