Pericolo influenza aviaria, arriva un piano per fronteggiare i contagi

Lo ha firmato la Regione siciliana, ogni Asp dovrà predisporre specifiche campagne di controlli sia sugli allevamenti che sulle specie selvatiche

crontolli asp

Influenza aviaria, arrivano le indicazioni da parte della Regione. Nei giorni scorsi l'Assessorato ha infatti sottoscritto il piano che dispone i protocolli da seguire rispetto agli allevamenti di specie avicole (polli etc). Starà al servizio Veterinaria dell'Asp effettuare i dovuti controlli di "biosicurezza" per scongiurare il diffondersi di questa patologia che tanto allarme ha creato negli anni passati soprattutto per il passaggio da specie a specie. 

Ma i controlli non riguarderanno soltanto gli allevamenti, ma anche le specie acquatiche migratorie nel caso si individuino esemplari morti: le carcasse, come è avvenuto già in passato, dovranno essere inviate all'Istituto zooprofilattico sperimentale. Se gli animali fossero individuati come positivi al virus la situazione verrà segnalata al Centro di referenza nazionale, il quale eseguirà altri accertamenti e indagini per "determinare se si tratta di virus ad alta o bassa patogenicità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento