rotate-mobile
Cronaca

"Indebite percezioni della Girgenti Acque", 12 milioni di euro riconducibili a tariffe

Il Noe di Palermo ed il nucleo investigativo del comando provinciale di Agrigento hanno notificato il provvedimento di conclusione delle indagini preliminari a 4 indagati: 3 della Girgenti Acque ed 1 dell'Ato idrico

Dodici milioni di euro circa sarebbero riconducibili ad indebite percezioni da tariffe e circa 7 milioni di euro, invece, ad indebiti contributi. A ricostruire i dettagli dell'inchiesta che è arrivata al provvedimento di conclusione è il nucleo operativo ecologico di Palermo, con in testa il luogotenente Nunzio Sapuppo.

LEGGI ANCHE: "Truffa aggravata e continuata", chiuse le indagini preliminari

Il periodo oggetto dell'inchiesta va dal 2008 al 2013 per quanto riguarda il contributo. 

Tre dei quattro indagati sarebbero ai vertici della società Girgenti Acque, mentre il quarto sarebbe un funzionario dell'Ato idrico di Agrigento. L'indagine, a quanto pare, sarebbe partita già nel 2016. I controlli documentali sono stati effettuati, appunto, dal nucleo operativo ecologico di Palermo in collaborazione con il nucleo investigativo del comando provinciale di Agrigento.

"L'azienda chiarirà ogni profilo di questa vicenda che già, sin da adesso, respinge nettamente, - ha spiegato l'avvocato Lillo Fiorello, difensore della Girgenti Acque, - . Lo farà con nota nei prossimi giorni, dopo aver letto tutti gli atti e consultato i propri consulenti".

Nei giorni scorsi, il Noe di Palermo, in collaborazione con il nucleo investigativo del comando provinciale di Agrigento, ha notificato il provvedimento di conclusione delle indagini preliminari ai quattro indagati.  

"L’attività investigativa permetteva di accertare che la società Girgenti Acque Spa, quale gestore del servizio idrico integrato AG9 di Agrigento percepiva indebitamente i contributi previsti dalla legge regionale siciliana n°9/2004 finalizzato al consentire l’equilibrio economico-gestionale del piano d’ambito - hanno ricostruito dal Noe di Palermo - nonché, applicando un indice di inflazione diverso da quello previsto, la quota parte di incremento della tariffa, quest’ultima corrispettivo del servizio idrico integrato, con aggravio dei costi a carico dell'utenza". 
  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Indebite percezioni della Girgenti Acque", 12 milioni di euro riconducibili a tariffe

AgrigentoNotizie è in caricamento