menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Associazione a delinquere, truffa e riciclaggio»: perquisizioni a tappeto per cinque canicattinesi e 7 enti

Associazione a delinquere finalizzata al falso e alla truffa ai danni dell’Asp di Agrigento e Caltanissetta e del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali, oltre che ipotesi di riciclaggio e auto-riciclaggio. Con queste ipotesi di reato sono finiti sotto indagine cinque canicattinesi collegati a sette enti di natura assistenziale per i quali sarebbero stati ottenuti contributi pubblici con finalità non propriamente lecite

Associazione a delinquere finalizzata al falso e alla truffa ai danni dell’Asp di Agrigento e Caltanissetta e del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali, oltre che ipotesi di riciclaggio e auto-riciclaggio.

Con queste ipotesi di reato sono finiti sotto indagine cinque canicattinesi collegati a sette enti di natura assistenziale per i quali sarebbero stati ottenuti contributi pubblici con finalità non propriamente lecite.

Si tratta di Raimondo Orlando, Andrea Pelonero, Diego Greco, Antonio Pelonero e Michela Lo Monaco, tutti residenti a Canicattì.

Su disposizione dei sostituti procuratori della Repubblica del Tribunale di Agrigento, Andrea Maggioni e Alessandro Macaluso, sono state inoltre disposte delle perquisizioni nelle abitazioni dei soggetti indagati e nelle sedi legali delle associazioni e delle società a loro riconducibili, alla ricerca della documentazione "contrattuale ed extracontrattuale, denaro o titoli di credito inerenti la richiesta, l’ottenimento e la concessione dei contributi pubblici a favore degli enti gestiti dagli indagati, relativamente agli anni dal 2010 al 2015".

Gli ufficiali di Polizia giudiziaria della Tenenza della Gdf di Canicattì, e gli eventuali colleghi liguri e romagnoli visto che 3 degli enti indagati hanno sede oltre lo Stretto, sono quindi stati autorizzati a perquisire i locali di:

“Pubblica Assistenza A.V.I.O.S., "P.I.C. Pronto Intervento Cittadino”, “Trinacria Onlus”, e "Relax Assistance S.R.L.", tutte a Canicattì, "Pubblica Assistenza Croce Azzurra Ligure” e “Pubblica Assistenza Croce Azzurra Ca’nova” con sedi a Genova e "Cooperativa Croce Italia – Società Cooperativa Sociale” con sede a Rimini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento