menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finanziate le indagini diagnostiche nelle scuole di Racalmuto

Ammesse a finanziamento tutte le richieste presentate al Ministero per l'Istruzione dal Comune di Racalmuto. Gli importi ammessi a finanziamento per i plessi racalmutesi ammontano un totale di 36.973,55 euro

Ammesse a finanziamento tutte le richieste presentate al Ministero per l'Istruzione dal Comune di Racalmuto. 
«Abbiamo partecipato al bando del Miur per l’accesso ai fondi destinati ad effettuare le indagini diagnostiche sugli edifici scolastici, al fine di accrescere i livelli di sicurezza dei nostri plessi», dichiara l'assessore ai Lavori pubblici  Paolo Alessi.

Le previsioni iniziali del Miur, con gli stanziamenti di 40 milioni di euro per il 2015, erano di intervenire su circa 7mila Istituti.

Il bando è stato pubblicato il 15 ottobre scorso, e le domande dovevano essere presentate entro il 18 novembre utilizzando l’applicativo Ides predisposto sul sito istituzionale del Miur.

L’avviso pubblico ha individuato due tipologie di indagini diagnostiche, quelle da effettuare su elementi strutturali e quelle da effettuare su elementi non strutturali.

«Le indagini diagnostiche - assicura l’assessore Alessi - consegneranno una radiografia delle condizioni dei solai, degli intonaci e dei controsoffitti al fine di prevenire i rischi di crollo». Le indagini dovranno essere affidate entro il 31 gennaio 2016, sono state presentate 13.584 candidature e ne sono state ammesse 7.304

Gli importi ammessi a finanziamento per i plessi racalmutesi ammontano a un totale di 36.973,55 euro:
 
Indagini diagnostiche su elementi strutturali nei plessi "Pietro D'Asaro" per 8.995 euro, "Marco Antonio Alaimo" per 6.999,55 euro, "Lauricella" per 6.999 euro. Indagini diagnostiche su elementi non strutturali nei plessi "Pietro D'Asaro" per 5.995 euro, "M.A.Alaimo" per 3.990 euro e "Lauricella" per 3.995 euro.

«Il Governo nazionale sta investendo tanto sulle scuole - dichiara il sindaco Emilio Messana -. Dopo il finanziamento del progetto per abbattere i consumi energetici della scuola media "D’Asaro", già bandito per un importo di oltre settecentomila euro e in via di aggiudicazione, questi finanziamenti ci consentiranno di verificare la  sicurezza e la qualità dei nostri edifici scolastici. Non ci siamo limitati a richiedere un finanziamento - spiega il sindaco - ma abbiamo investito anche fondi del nostro bilancio per poter beneficiare appieno dei punteggi previsti nel bando. È una scelta politica: investire nelle scuole per investire sui nostri ragazzi. Un plauso al nostro tecnico a Ignazio Romano, che ha seguito le procedure e ci ha fatto fare en plein», conclude il sindaco nella nota.

«Lo scorso inverno sono caduti in un’aula della scuola media dei calcinacci dal solaio. Si stanno sfruttando tutte le risorse a disposizione per rendere sicure e accoglienti le nostre scuole - dichiara la vicesindaco con delega all'Istruzione Carmela Matteliano -. Grazie a queste indagini avremo una radiografia delle strutture scolastiche che ci consentirà di calibrare i nostri interventi, ancor meglio».
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento