menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni dei panetti di cocaina trovati nel camion (foto ©ModenaToday)

Alcuni dei panetti di cocaina trovati nel camion (foto ©ModenaToday)

Modena, ravanusani sul camion con 10 kg di cocaina: indagini a tutto spiano

In manette due uomini di Ravanusa. Le indagini non escludono alcuna pista: i due avrebbero caricato lo stupefacente nei paesi del Nord Europa per poi condurlo in Sicilia. Non è al momento chiara la precisa destinazione

L'ipotesi privilegiata dagli investigatori è che Pietro O., 54 anni, e Luigi T., 60 anni, entrambi di Ravanusa, siano dei corrieri ingaggiati per far arrivare la droga dal Nord Europa alla Sicilia. Gli agenti della Polizia stradale di Modena, diretti dal vicequestore aggiunto Annalisa Mongiorgi, li hanno fermati e arrestati ieri lungo l'autostrada A1, dopo aver trovato nel loro camion quasi dieci chili di cocaina purissima, per un valore che si aggira ai 3 milioni di euro.

Le indagini non escludono alcuna pista: secondo quanto finora accertato, i due - che trasportavano pneumatici e cibo avariato - avrebbero caricato lo stupefacente nei paesi del Nord Europa per poi condurlo in Sicilia. Non è al momento chiara la precisa destinazione del grosso quantitativo di cocaina, ma sembrerebbe comunque certa come destinazione finale la Sicilia.

I ravanusani Pietro O. e Luigi T., entrambi senza precedenti specifici per droga, sono stati fermati ieri per un controllo stradale. Quando i poliziotti hanno trovato gli pneumatici e gli alimenti avariati, hanno deciso di approfondire il controllo, conducendo il mezzo nella caserma della sezione della Polstrada di Modena. E' stato lì, in seguito ad una più approfondita perquisizione, che gli agenti hanno trovato i nove chili e 898 grammi di cocaina pura nel cassone laterale del camion, dove solitamente si conservano gli attrezzi per il mezzo pesante.

"Non sappiamo cosa sia, non sappiamo nulla" hanno detto i due ravanusani, rispondendo alle domande dei poliziotti subito dopo la scoperta. Per loro, però, è scattato subito l'arresto per detenzione e traffico di sostanza stupefacenti in concorso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento