rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
La statistica

Incidenti mortali sul lavoro: la provincia è all'ultimo posto della classifica

Agrigento non ha avuto di fatto nessun decesso in base ai 109.209 occupati

Agrigento è al 74esimo, nonché ultima posizione, nell'elenco-statistica degli infortuni mortali. Ed è a pari merito, almeno questa volta è un bene essere in fondo alla classifica, con tante altre realtà fra cui le siciliane Enna, Messina e Trapani. A redigere la graduatoria (i dati sono aggiornati al 30 aprile scorso) è stato l'Osservatorio sicurezza sul lavoro di Vega Engineering, sulla base dei dati ufficiali Inail. 

La provincia non ha avuto, di fatto, nessun decesso a causa di incidenti sul lavoro in base ai 109.209 occupati. 

La Sicilia - nel primo quadrimestre del 2022 - si trova invece in zona "gialla", assieme a Sardegna e Lazio. 

“Se il decremento della mortalità sul lavoro rappresenta un dato confortante (-15 % rispetto allo scorso anno), bisogna precisare che in questi numeri sono completamente spariti gli infortuni mortali per Covid. Se nel primo quadrimestre del 2021 ne erano stati conteggiati circa 187, quest’anno, nello stesso periodo, ne sono stati conteggiati circa 10. Questo spiega la forte diminuzione degli infortuni mortali, in contrasto con un netto aumento del 48% delle denunce di infortunio. Sono 261 i lavoratori che hanno perso la vita da Nord a Sud del Paese nel primo quadrimestre del 2022. Più di due morti sul lavoro al giorno: una tragedia che non conosce fine”. Lo ha spiegato Mauro Rossato, presidente dell’Osservatorio sicurezza sul lavoro di Vega Engineering di Mestre. Restano alti, anzi altissimi, i dati degli infortuni. “Una situazione davvero preoccupante che si legge chiaramente anche attraverso le denunce totali di infortunio – prosegue Rossato - perché rispetto al primo quadrimestre 2021 sono cresciute del 48 %. Con i settori della Sanità e dei Trasporti tristemente in testa alla graduatoria”.

A finire in zona "rossa", al termine del primo quadrimestre del 2022, con un’incidenza maggiore del 25% rispetto alla media nazionale (Im=Indice incidenza medio, pari a 8,5 morti ogni milione di lavoratori) sono: Puglia, Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige e Toscana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti mortali sul lavoro: la provincia è all'ultimo posto della classifica

AgrigentoNotizie è in caricamento