menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incidente in viale Dei Giardini

L'incidente in viale Dei Giardini

Viale Dei Giardini è teatro di incidenti stradali, vertice urgente in Prefettura

Dopo l'investimento della turista quattordicenne è stato deciso di installare i rilevatori luminosi di velocità e collocare le bande rumorose

In viale Dei Giardini, nel quartiere di San Leone, verranno installati i rilevatori luminosi di velocità, verranno rifatte le strisce pedonali su fondo rosso, per renderle più visibili, e verranno collocate le bande rumorose. E' quanto è stato deciso dopo il vertice convocato in Prefettura, ad Agrigento, e svoltosi a partire dal tardo pomeriggio. 

L'incidente stradale della tarda mattinata di ieri, al viale Dei Giardini, ha segnato la comunità ed ha fatto riaprire un capitolo della viabilità cittadina già affrontato, e finito malamente, lo scorso anno. A volere il vertice di oggi è stato direttamente il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Era presente, all'incontro che è stato presieduto dal vice prefetto aggiunto Carmelina Guarneri, l'assessore comunale alla Viabilità Francesco Micciché, la polizia municipale e quella Stradale. 

Rilevatori di velocità dovrebbero essere installati, secondo quanto è stato deciso oggi, anche in viale Emporium e in viale Dei Pini che sono, assieme al viale Dei Giardini, altre strade "sensibili". Ma c'è di più. E' stato deciso, a partire da martedì o mercoledì - giusto il tempo di firmare un'ordinanza - che la sera, a partire dalle 20,30, il viale Dei Giardini venga chiuso nella parte a scendere.

"Abbiamo chiesto e si faranno - spiega, a margine del comitato, l'assessore Micciché - controlli più serrati ed il ritiro della patente per quanti sbagliano. Installeremo, inoltre, in viale Dei Giardini, le bande rumorose. Il dirigente della polizia Stradale verificherà, invece, se sarà possibile o meno posizionare, ed eventualmente quali, dei dossi artificiali". Intanto, la turista quattordicenne è stata trasferita all'ospedale "Civico" di Palermo. La prognosi sulla vita resta riservata.        

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento