rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Incidenti stradali

"Guida drogato e travolge con l'auto due centauri", 19enne a giudizio

La Procura manda a processo Nicolò Licata. Lo scontro sarebbe stato provocato dalla velocità e dall'invasione della corsia di marcia: uno dei due feriti rischiò la vita

Si mette al volante di una Mini One senza patente, dopo avere assunto cannabinoidi, e si schianta contro uno scooter a bordo del quale c'erano due ragazzi, rimasti feriti in maniera grave tanto che uno dei due fu in pericolo di vita per molto tempo. 

A distanza di poco meno di un paio di anni dall'incidente di Villaseta, avvenuto l'11 dicembre del 2019, la vicenda approda in aula per il processo.

Il pubblico ministero Cecilia Baravelli ha disposto la citazione diretta a giudizio nei confronti di Nicolò Licata, 20 anni da compiere fra alcune settimane, che rischia una condanna per l'accusa di lesioni personali colpose aggravate.

I difensori, gli avvocati Salvatore Cusumano e Teresa Alba Raguccia, potranno chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. Licata, secondo quanto gli contesta il pm, senza avere mai conseguito la patente, dopo avere assunto della droga, si era messo alla guida dell'auto e, nel Viale Caduti di Marzabotto, avrebbe raggiunto una velocità quasi superiore al doppio del limite di 50 chilometri orari, ovvero 90, invadendo la corsia di marcia opposta e travolgendo due ragazzini su uno scooter. 

I due centauri riportarono gravissimi traumi e fratture. Uno dei due, che fra le altre cose accusò dei traumi al rene, rischiò di morire. Il pm li ha indicati come "persone offese" dando loro la possibilità di costituirsi parte civile e ottenere il risarcimento dei danni in caso di condanna dell'imputato oltre a partecipare al processo con un proprio difensore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Guida drogato e travolge con l'auto due centauri", 19enne a giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento