Maxi incidente stradale, cinque auto coinvolte: tre persone ferite

Dopo l’impatto, decisamente violento, le due vetture sono carambolate su altre macchine che erano state regolarmente parcheggiate lungo il ciglio della strada

Tre persone, fra cui una donna, al pronto soccorso e un’automobilista denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento per l’ipotesi di reato di guida in stato d’ebbrezza. E’ questo il bilancio di un maxi incidente stradale, verificatosi nei giorni scorsi, in via Aldo Moro a Favara. Ben cinque le autovetture coinvolte. A sbattere per cause ancora non perfettamente chiare – e per la cui ricostruzione stanno lavorando i carabinieri della tenenza di Favara – sono state una Mercedes classe C, condotta da un sessantasettenne di Favara, e una Volkswagen Tiguan guidata da un ventottenne cinese e con a bordo altri due connazionali trentenni, fra cui una donna. 

Dopo l’impatto, decisamente violento, le due auto sono carambolate su altre macchine che erano state regolarmente parcheggiate lungo il ciglio della strada. Sono rimaste danneggiate: una Lancia Y di proprietà di una quarantenne, una Nissan Qashqai intestata ad una favarese trentaquattrenne e una Renault Twingo di un trentottenne agrigentino. I tre cinesi, rimasti tutti feriti, sono stati subito – con le ambulanze del 118 – trasferiti all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento dove i medici gli hanno diagnosticato traumi diversi guaribili, per fortuna, in pochi giorni. 

I carabinieri della tenenza di Favara, subito accorsi in via Aldo Moro, oltre ad occuparsi dei rilievi di rito per ricostruire la dinamica dell’impatto e attribuire le responsabilità assicurative, hanno fatto sottoporre all’esame alcolemico il conducente della Mercedes. L’uomo è risultato avere un tasso superiore rispetto a quello consentito dalla normativa. Per questo motivo è stato, dunque, deferito, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento e quale sanzione accessoria gli è stata ritirata la patente di guida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento