Condannato a 4 anni e 8 mesi nell'inchiesta antimafia "Montagna": 53enne torna libero a 2 anni e 5 mesi dall'arresto

Calogero Maglio è stato scagionato dall'accusa di associazione mafiosa e condannato per truffa ed estorsione

Calogero Maglio

Arresti domiciliari con braccialetto elettronico sostituiti con il doppio obbligo di dimora nel Comune di residenza accompagnato da quello di presentazione alla polizia giudiziaria dal lunedì al sabato: due anni e cinque mesi dopo l'operazione antimafia “Montagna”, che ha disarticolato il nuovo mandamento mafioso della provincia di Agrigento, il favarese Calogero Maglio, 53 anni, torna libero. Il gup del tribunale di Palermo, Marco Gaeta, che il 25 luglio ha deciso 35 condanne e 19 assoluzioni, tre mesi dopo la sentenza lo aveva scarcerato applicandogli gli arresti in casa con lo strumento di controllo a distanza.

Adesso i giudici della seconda sezione della Corte di appello di Palermo, presieduta da Fabio Marino, davanti ai quali il 21 ottobre inizierà il processo di appello, accogliendo in parte il ricorso dei difensori, gli avvocati Giovanni e Tanja Castronovo, hanno ulteriormente ridotto la misura cautelare in considerazione del lungo periodo di detenzione preventiva e dell'assoluzione, in relazione ad alcune singole accuse, decisa in primo grado.

Maglio, il 22 gennaio del 2018 è finito in carcere con l'accusa di associazione mafiosa e, in particolare, di essere un affiliato della famiglia di Favara oltre che per un’ipotesi di tentata estorsione e due di truffa. Il giudice lo ha assolto dall'accusa di associazione mafiosa e per due delle altre tre ipotesi contestate, ha escluso l'aggravante del favoreggiamento dell’associazione mafiosa infliggendogli una condanna a 4 anni e 8 mesi. Tanto è bastato per ritenere progressivamente affievolite le esigenze cautelari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento