menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle auto coinvolte nel terribile incidente stradale, nel riquadro la vittima

Una delle auto coinvolte nel terribile incidente stradale, nel riquadro la vittima

L'incidente sulla statale 115, muore dopo 10 giorni il 41enne ferito

La tragedia si è consumata, stanotte, alla Terapia intensiva dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta dove l'uomo era stato ricoverato subito dopo il drammatico scontro

Ha lottato per 10 giorni. Stanotte, all'una circa, il cuore di Nicola Marsala, il quarantunenne commerciante di Ribera rimasto coinvolto - lo scorso 20 luglio - nell'incidente lungo la statale 115, all'altezza del viadotto "Canne", si è fermato. Il viadotto "Canne" si trova fra Siculiana e Montallegro.

LE IMMAGINI. Scontro frontale fra due auto, tre feriti  

Il quarantunenne, all'ospedale "Sant'Elia", era stato sottoposto a due delicati interventi chirurgici. La prognosi sulla sua vita è sempre rimasta riservata. Marsala era al volante della Lancia Y che, per cause ancora al vaglio dei carabinieri della stazione di Siculiana, si è scontrata con una Fiat Cinquecento. Anche le condizioni dei due agrigentini, che erano sulla Fiat Cinquecento, – uno di 68 anni e l’altro di 63 anni – sono risultate essere gravi. Entrambi sono stati subito ricoverati alla Rianimazione dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento.

L'incidente sulla statale 115, trasferito a Catania il 63enne ferito 

Il sessantatreenne, nei giorni scorsi, è stato trasferito all’ospedale “Cannizzaro” di Catania. L’ingegnere agrigentino - che era alla guida della Fiat Cinquecento - doveva subire un delicato intervento chirurgico alla schiena. E per questo motivo è stato trasferito dal “San Giovanni di Dio” ad una struttura meglio attrezzata. Il sessantatreenne pare che stesse rientrando, in compagnia del collega di 68 anni, ad Agrigento dopo essere stato, per lavoro, a Palermo. Terribile l’incidente con la Lancia Y, scontro che fece anche rimanere in bilico dal cavalcavia la Cinquecento.

Il 41enne è in coma farmacologico 

Oltre alla Lancia Y e alla Fiat Cinquecento, che si sono scontrate frontalmente, un’altra autovettura – una Bmw – sarebbe rimasta coinvolta, anche se solo di striscio, nel violento sinistro stradale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento