rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
La decisione / Aragona

La morte di Angelo Graceffa, ad Aragona proclamato il lutto cittadino

Lo ha deciso il sindaco Giuseppe Pendolino: “Siamo sconvolti, era un ragazzo d’oro, uno dei migliori figli di questa comunità”

La scomparsa di Angelo Graceffa, medico ortopedico di 39 anni, deceduto a seguito di un incidente stradale sulla statale 115 a Sciacca - a bordo della sua moto Ducati su cui viaggiava insieme alla compagna Sofia Giummo di 34 anni e madre di 2 figli (anche lei morta dopo l’impatto) - ha  gettato nello sconforto l’intera comunità di Aragona, paese in cui era nato. Sarà lutto cittadino il giorno dei funerali.

Angelo è morto questa notte nel reparto di rianimazione dell'ospedale Civico di Palermo.

L’incidente a Sciacca, anche il medico Angelo Graceffa non ce l’ha fatta: morto durante la notte

Ha proclamare il lutto cittadino è stato il sindaco Giuseppe Pendolino. "Siamo sconvolti - ha detto affranto dal dolore - per la scoparsa di Angelo, uno dei migliori figli di Aragona, un ragazzo d'oro e un ortopedico di fama. Era riuscito a costruire una bella carriera professionale, ma non aveva mai dimenticato la sua realtà. Lavorava all'ospedale di Enna e aveva uno studio anche ad Aragona e ad Agrigento. Era sempre disponibile con tutti. Ci stringiamo tutti attorno al papà, un rappresentante commerciale, e alla mamma, una professoressa, entrambi andati in pensione da poco. Sono persone stimate in tutta Aragona e non solo. Lo ripeto: stanotte è venuto a mancare uno dei migliori figli di questa città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Angelo Graceffa, ad Aragona proclamato il lutto cittadino

AgrigentoNotizie è in caricamento