Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Inciampa in uno scavo e resta ferita alla caviglia, immigrata cita il Comune

Palazzo dei Giganti ha deciso di costituirsi in giudizio e di chiamare in causa l'impresa che si stava occupando della pose dei cavi interrati

(foto archivio)

Inciampa nello scavo realizzato per la posa di cavi interrati, uno scavo non segnalato, e riporta gravi lesioni alla caviglia sinistra. L’immigrata, rimasta ferita nell’incidente verificatosi nell’aprile del 2020 in via Ruggero Settimo ad Agrigento, ha, adesso, citato il Comune della città dei Templi dinanzi al tribunale. Chiede che palazzo dei Giganti venga riconosciuto colpevole per quanto le è accaduto e per le lesioni che ha riportato.

Passaggio propedeutico naturalmente alla richiesta di risarcimento danni.

Il sindaco Franco Micciché ha già autorizzato la costituzione in giudizio dell’ente ed ha conferito l’incarico di difesa e rappresentanza all’avvocato Agata Vecchio, funzionario del Municipio. Proprio il legale, del resto, s’era detta favorevole – in una comunicazione fatta arrivare al primo cittadino – alla chiamata in causa dell’impresa che ha effettuato i lavori per collocare, lungo via Ruggero Settimo, i cavi interrati. Scavo che, fra l’altro, stando a quanto emerge dagli incartamenti di palazzo dei Giganti, non è risultato essere segnalato. Motivo per il quale la donna non si sarebbe accorta di quel dissesto finendo pesantemente sul selciato e rimanendo, appunto, ferita alla caviglia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inciampa in uno scavo e resta ferita alla caviglia, immigrata cita il Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento