rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Inchiesta "Nuova Cupola", Cassazione conferma condanne per i 5 imputati

I giudici ermellini hanno ritenuto inammissibili i ricorsi degli imputati che furono condannati nell'ambito del processo d'appello

I giudici della Corte di Cassazione hanno giudicato inammissibili i ricorsi degli imputati che furono condannati nell'ambito del processo d'appello "Nuova Cupola". Così, le cinque condanne inflitte in primo grado e confermate in secondo sono, adesso, definitive.

Pg chiesta condanna per gli imputati

Condanna definitiva, dunque, per Carmelo Vetro, 32 anni, di Favara (9 anni); Pietro Capraro, 38 anni (9 anni e 6 mesi), di Agrigento; Gaetano Licata, 33 anni (10 anni), di Agrigento; Maurizio Romeo, 47 anni (14 anni), di Porto Empedocle, e Gerlando Russo, 44 anni, (9 anni), di Porto Empedocle.

Processo in Cassazione per cinque imputati

Secondo il procuratore generale della Cassazione i ricorsi erano in parte inammissibili e in parte da rigettare: tecnicismi a parte, la sostanza è che le cinque condanne inflitte in primo grado e confermate in appello – secondo il rappresentante dell’accusa – sarebbero dovute diventare definitive. Lo stralcio ordinario dell'inchiesta antimafia "Nuova Cupola" dal nome dell'operazione, eseguita dalla polizia, che il 26 giugno del 2012 ha fatto scattare 55 provvedimenti di fermo a carico dei nuovi presunti boss e gregari della cosche agrigentine, ha avuto dunque il suo epilogo. 

Confisca di beni e sorveglianza speciale per il boss Ribisi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta "Nuova Cupola", Cassazione conferma condanne per i 5 imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento