rotate-mobile
Cronaca Cammarata

Blitz "Montagna", disposta un'altra scarcerazione: l'inchiesta antimafia scricchiola

Torna in libertà Salvatore La Greca, 75 anni, che era stato posto - il 23 gennaio scorso - agli arresti domiciliari. Il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta presentata dall'avvocato Eugenio Longo ed ha annullato il provvedimento restrittivo

Altra scarcerazione, disposta dal tribunale della Libertà di Palermo. Altra ordinanza di custodia cautelare - che era stata firmata dal Gip del tribunale di Palermo nell'ambito dell'inchiesta antimafia "Montagna" - annullata. Torna in libertà Salvatore La Greca, 75 anni, di Cammarata che era stato posto - il 23 gennaio scorso, durante il blitz dei carabinieri, - agli arresti domiciliari. Il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta presentata dall'avvocato Eugenio Longo ed ha, dunque, annullato il provvedimento restrittivo.

Ennesima scarcerazione: liberato Cipolla

Non passa giorno senza che almeno una o più ordinanze non vengano annullate dal Riesame. L'inchiesta, di fatto, scricchiola dopo il vaglio del tribunale della Libertà. Certo non sono state ancora depositate le motivazioni, ma il numero delle ordinanze annullate lievita di giorno in giorno. Si è arrivati, infatti, a superare la trentina di misure. 

Le ipotesi sono due: i giudici hanno ritenuto insussistente il quadro indiziario oppure hanno valutato che il Gip si sia limitato ad applicare la misura senza motivare in maniera autonoma rispetto alla richiesta dei pubblici ministeri.

Annullato l'arresto del presunto "reggente di Raffadali"

Rompendo un muro di omertà storico, per la prima volta, decine di commercianti e imprenditori della provincia di Agrigento, per anni vittime del racket, avevano iniziato a collaborare con gli inquirenti facendo nomi e cognomi degli esattori del pizzo. Ora vittime e carnefici potrebbero tornare a trovarsi faccia a faccia.

Altri quattro indagati rimessi in libertà

Cinquantotto arresti, con boss di prima grandezza finiti in cella insieme ad esattori del pizzo, gregari e prestanomi. L’hanno chiamata "Operazione Montagna" perché a tappeto sono stati disarticolati i vertici di tutti i clan dell’area montana. Ma la montagna, ora, sembra non reggere ed ha già iniziato a sgretolarsi.

Favarese torna libero 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz "Montagna", disposta un'altra scarcerazione: l'inchiesta antimafia scricchiola

AgrigentoNotizie è in caricamento