menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del blitz

Un momento del blitz

Maxi truffe con falsi posti di lavoro, sfilata di testi confermano le dichiarazioni

Quattro anni dopo i 53 rinvii a giudizio, decisi dal giudice Francesco Provenzano, procede il processo scaturito dall'inchiesta “Demetra”

Sfilata di testi abbastanza rapida perché tutti si limitano a dire, semplicemente, di confermare quanto dichiarato in precedenza. Qualcuno polemizza per essere stato costretto, per la terza o quarta volta, a prendere l’aereo e scendere da Bolzano per adempiere a quella che, a tutti gli effetti, si rivela una formalità burocratica.

Il tempo, intanto, passa e la prescrizione, che già ha spazzato via gran parte delle accuse, potrebbe cancellare ogni cosa. Quattro anni dopo i 53 rinvii a giudizio, decisi dal giudice Francesco Provenzano, procede il processo scaturito dall’inchiesta “Demetra” che avrebbe sgominato una maxi truffa ai danni di Inps e Inail attraverso la creazione di false aziende per posti di lavoro “fantasma”.

I fatti, però, sono troppo datati nel tempo e, in alcuni casi, risalgono ad oltre dieci anni fa. Di conseguenza gran parte delle accuse sono già prescritte. Ieri è stata definita la formalità dell'acquisizione delle nuove testimonianze. In realtà né il pubblico ministero né le altre parti hanno posto domande e l'udienza si è esaurita in pochi minuti. Si torna in aula il 10 ottobre. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento