L'inchiesta sul carcere Petrusa, l'Oidu: "Intervenga il ministero e il Dap"

Il direttore dell'Osservatorio internazionale dei diritti umani: "La sospensione del commissario e del direttore sarebbe il primo passo da fare per portare avanti le indagini con serenità"

Una veduta del carcere Petrusa

"Era ora che la Procura di Agrigento intervenisse. La sospensione del commissario e del direttore sarebbe il primo passo da fare per portare avanti le indagini con serenità. Spero che il ministro e il capo del Dap intervengano presto". Lo scrive Antonino Nicosia, direttore dell'Osservatorio internazionale dei diritti umani (Oidu).

"Dopo la visita ispettiva del 22 dicembre 2018, fu presenta - il 7 marzo 2019 - un'interrogazione al ministro sulle condizioni dell’istituto penitenziario di Agrigento e a giugno - ricostruisce Nicosia - il ministro rispose con estrema superficialità: '...occorre evidenziare che, allo stato, presso la casa circondariale di Agrigento non si registra alcuna criticità, in quanto, su un contingente organico di 4 unità, risultano effettivamente in servizio 5 funzionari della professionalità giuridico-pedagogica, di cui 2 effettivi e 3 distaccati in entrata. È stato altresì indetto interpello a integrazione per un'unità nel suddetto ruolo. Da ultimo, l'amministrazione penitenziaria ha assegnato fondi per avvalersi del consulente psicologico ex articolo 80 dell'ordinamento penitenziario per 63 ore mensili per lo svolgimento delle attività di osservazione e trattamento dei condannati'. Per il ministro della Giustizia al Petrusa di Agrigento tutto va bene...  - prosegue Nicosia - . La situazione è allarmante e Musumeci sembra 'costretto' a mantenere il prof Fiandaca, Garante dei diritti dei detenuti in Sicilia. Due anni fa ho chiesto al prof di dimettersi perché non aveva visitato gli istituti, oggi la prego di dimettersi perché le problematiche penitenziarie sfociano in tragedie umane incommensurabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento