rotate-mobile
Tribunale

La maxi inchiesta "Waterloo", anche l'Ati si costituirà parte civile

Verrà chiesto il risarcimento danni in conseguenza delle gravi carenze idriche nella gestione del servizio

Anche l'Ati di Agrigento ha deciso - la determina è del presidente Enzo Greco Lucchina - di costituirsi parte civile nel procedimento penale, dinanzi al tribunale di Agrigento, nei confronti dell'ex presidente di Girgenti Acque e di altri 47 indagati per chiedere il risarcimento danni in conseguenza delle gravi carenze idriche nella gestione del servizio.

L'Ati ritene dunque d'essere stata danneggiata. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. La richiesta di costituzione di parte civile nasce dall'eccezione del danno pubblico in quanto tale, lesivo del pubblico interesse giuridicamente protetto, a decorrere dalla data di risoluzione della convenzione, aggravata dall'interdittiva antimafia. 

La maxi inchiesta sul "sistema Campione" davanti al gup, ex sindaco parte civile contro i presunti associati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maxi inchiesta "Waterloo", anche l'Ati si costituirà parte civile

AgrigentoNotizie è in caricamento