rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Palma di Montechiaro

L'inferno di Palma di Montechiaro, il sindaco: "Il Comune si farà carico dei funerali"

Il Comune, attraverso una cooperativa, è riuscito a trovare un alloggio per gli otto superstiti

"Avevamo appena finito di celebrare una giornata dedicata ai bambini quando vengo avvisato di un incendio e del fatto che ci fosse una bambina imprigionata all'interno della casa in fiamme".

Inizia così il racconto del sindaco di Palma di Montechiaro Stefano Castellino, accorso in via San Giuseppe dove, nella prima serata di oggi è divampato un tremendo rogo che è costato la vita alla piccola Ginevra Manganello.

"Appena arrivato sul luogo ho visto che tutti lavoravano in un clima disperato, con i familiari comprensibilmente distrutti - spiega ad Agrigentonotizie -. Ovunque c'era un denso fumo ed è stato difficile anche domare il rogo: solo dopo abbiamo appreso con certezza la perdita di questo piccolo angelo. E' un momento terribile: veniamo già dai fatti di Ravanusa, e siamo qui a piangere una nuova vittima".

Bambina di due anni muore in un incendio: le immagini dal luogo della tragedia

Il Comune, ha confermato il sindaco, si farà carico delle spese del funerale, Grazie alla cooperativa "Sole", diretta da Angelo Romano, è stato intanto trovato un alloggio temporaneo per gli otto superstiti. "Avranno almeno un posto in cui dormire - conclude Castellino - se di dormire si può parlare dopo un dolore così grande".

Il sindaco ringrazia il prefetto Cocciufa, il questore Iraci, l'arcivescovo Damiano e il capo della protezione civile regionale Cocina per essersi fin da subito messi a disposizione e per aver chiesto informazioni su quanto stava accadendo.

Il giorno del funerali della piccola sarà lutto cittadino, nel frattempo sono state sospese tutte le iniziative natalizie.

Tragico incendio a Palma di Montechiaro: morta bambina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inferno di Palma di Montechiaro, il sindaco: "Il Comune si farà carico dei funerali"

AgrigentoNotizie è in caricamento