rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La reazione / Naro

Il rogo che ha distrutto 10 ettari di terreno confiscato alla mafia, Brandara: “Sono sconvolta”

Il sindaco di Naro scrive un post su Facebook per testimoniare la sua vicinanza a chi gestisce il fondo, auspicando che i responsabili “possano essere celermente individuati”

Sul rogo che ha distrutto 10 ettari di terreno a Naro, in un fondo agricolo affidato alla cooperativa “Libera terra - Rosario Livatino” da una confisca alla mafia, è intervenuto, con un post su Facebook, il sindaco Maria Grazia Brandara.

“Rimango sconvolta - scrive - nell’apprendere che quasi 10 ettari coltivati a grano della cooperativa “Rosario Livatino - Libera terra” siano stati distrutti da un vasto incendio sulla cui origina speriamo adesso gli inquirenti possano fare presto chiarezza.

Grano coltivato su terreni confiscati alla mafia, 10 ettari in fumo: 10 mila euro il danno

Già ieri ero stata informata del rogo direttamente dal presidente Giovanni Lo Iacono, ma non se ne conosceva l’entità. Siamo vicini alla cooperativa e auspichiamo che i responsabili di tutto questo possano essere celermente individuati. La violenza non fermerà la voglia di rendere questa terra un luogo in cui ognuno può formare il proprio futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rogo che ha distrutto 10 ettari di terreno confiscato alla mafia, Brandara: “Sono sconvolta”

AgrigentoNotizie è in caricamento