Sabato, 13 Luglio 2024
L’intervento / Naro

Il nuovo incendio nei terreni di “Libera Terra”: Brandara invita i sindaci della provincia a una marcia di protesta

Un chiaro invito a manifestare indignazione ma anche a dimostrare che la società civile è pronta ad essere ”scorta civica”

Una marcia di protesta nei luoghi in cui si sono verificati questi “vili atti intimidatori”. E’ questa l’iniziativa portata avanti dal sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara, dopo il secondo incendio, a distanza di pochi giorni, che si è verificato nei terreni di “Libera terra” espropriati alla mafia.

Incendiati anche i campi di lenticchie di coop antimafia: è la seconda intimidazione in pochi giorni

"Sono sgomenta e adirata - ha detto Brandara - perché ancora una volta sono stati arrecati danni per migliaia di euro a chi stava provando a rendere produttive quelle aree. Per questo credo che sia arrivato il momento non solo di manifestare l'indignazione ma anche di dimostrare che la società civile è pronta ad essere scorta civica. Per questo, stamattina, ho esortato i sindaci della provincia di Agrigento a darmi la loro disponibilità, insieme ad associazioni, movimenti e cittadini, a partecipare alla marcia”.

Grano coltivato su terreni confiscati alla mafia, 10 ettari in fumo: 10 mila euro il danno

La solidarietà del sindaco di Favara

"A nome mio e della comunità che rappresento, manifesto la massima vicinanza alla cooperativa "Libera Terra" per il secondo danneggiamento subito in pochi giorni. Un atto spregevole, che mortifica chiunque coltivi l'idea di una Sicilia diversa e ferisce l'idea stessa dell'assegnazione dei beni confiscati, che devono tornare a generare ricchezza per la società civile. Siamo al fianco dei soci della cooperativa e pronti a fare la nostra parte per sostenere la loro azione". Lo ha dichiarato il sindaco di Favara Antonio Palumbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo incendio nei terreni di “Libera Terra”: Brandara invita i sindaci della provincia a una marcia di protesta
AgrigentoNotizie è in caricamento