Bruciano le balle di plastica lasciate nel piazzale di un'azienda, è stato un "segnale"?

Le fiamme non sono riuscite ad arrivare ai capannoni dove sono custoditi diversi mezzi: trattori e camion. I carabinieri hanno già avviato le indagini: stanno passando in rassegna il filmato di una telecamera di video sorveglianza

Un incendio di balle di plastica collocate all'esterno di una impresa "Ekot" - che si occupa dello smaltimento e trattamento di rifiuti industriali e speciali - è divampato nella zona industriale di Agrigento, in territorio di Aragona. Sul posto, da ore ormai, sono al lavoro i vigili del fuoco del comando provinciale di Villaseta che hanno già circoscritto il "fronte" incandescente.

A pochi passi dai capannoni - che non sono stati, per fortuna, raggiunti dalle fiamme - anche i carabinieri della stazione di Aragona. Soltanto quando le fiamme - che si sono sviluppate nel piazzale dell'azienda, a poca distanza dai capannoni, - verranno completamente domate, i militari dell'Arma potranno avviare il sopralluogo di rito per stabilire cosa abbia innescato la scintilla iniziale. A quanto pare vi sarebbero anche delle telecamere di video sorveglianza a presidio dell'azienda. 

balle azienda-2 

Non è escluso - ma naturalmente spetterà all'attività dei carabinieri mettere dei punti fermi - che il rogo possa essere di matrice dolosa. Forse addirittura un segnale nei confronti dell'impresa che viene gestita da dei giovani imprenditori che avrebbero rilevato da non molto tempo la ditta. 

Per fortuna, l'intervento dei vigili del fuoco è stato tempestivo e le fiamme non sono riuscite ad arrivare, appunto, ai capannoni dove sono custoditi diversi mezzi: trattori e camion. 

incendio rifiuti zona industriale2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento