"Ha incendiato gli arredi esterni del ristorante", incastrato dal filmato: arrestato sorvegliato speciale

Non è escluso, ma sembra prematuro ipotizzarlo, che potrebbe anche essersi trattato di un tentativo di estorsione

Foto archivio

Sono stati danneggiati gli arredi esterni di un ristorante a Favara. I carabinieri hanno identificato e arrestato l’uomo che ha appiccato l’incendio.

Si  tratta di un 43enne, Ignazio Sicilia, sorvegliato speciale, di Favara. I militari dell’Arma della tenenza di Favara sono arrivati alla sua identificazione grazie al filmato ricavato da una telecamera di video sorveglianza. Non è chiaro, ancora, il movente dell’incendio doloso. 

Bruciano gli arredi esterni di un ristorante, avviate le indagini

Sono proprio i carabinieri che in queste ore stanno cercando di capire e ricostruire cosa può avere determinato l’inquietante gesto. Non è escluso, ma sembra prematuro ipotizzarlo, che potrebbe anche essersi tratta di un tentativo di estorsione. Le fiamme si sono sviluppate in un ristorante della centrale piazza Cavour.

Ad essere danneggiati dalla fiammata sono state alcune sedie e forse anche un tavolo. Non c’è stato nemmeno bisogno dell’intervento dei vigili del fuoco per riuscire a circoscrivere e spegnere le fiamme. A farlo pare che siano stati gli stessi proprietari. Sul posto, avuta notizia dell’accaduto, si sono subito portati i carabinieri della tenenza di Favara. Il principio di incendio che si è sviluppato, nella notte fra sabato e domenica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento