rotate-mobile
Martedì, 21 Marzo 2023
Cronaca

Quattro incendi hanno devastato cinque auto: è stata una notte di fuoco

Pompieri e carabinieri al lavoro fra Agrigento, Aragona, Grotte e Villafranca Sicula dove sarebbe in azione, da giorni ormai, un piromane

Cinque auto danneggiate da quattro, diversi, incendi. E’ stata un’autentica notte di fuoco, quella fra domenica e ieri, fra Agrigento, Aragona, Grotte e Villafranca Sicula.

Nessun ombra di dubbio – non per i militari dell'Arma - sul fatto che il rogo divampato, poco dopo le 22 di domenica, in via Dante Alighieri a Villafranca Sicula sia doloso. Non sono state trovate tracce rilevanti, ma si tratta, purtroppo, dell’ennesimo incendio – il quinto - che si verifica nell’arco di poche settimane. A bruciare, in quest’ultimo caso, è stata la Ford Fiesta di un elettricista di 54 anni. I carabinieri, che hanno avviato le indagini, privilegiano l’ipotesi dell’incendio doloso perché appena la scorsa settimana era stato incendiato un autocompattatore. Vi sarebbe un piromane in azione nel piccolo centro Agrigentino. 

Accidentale – stando a quanto riferito dai pompieri ai carabinieri – invece l’incendio che ha devastato la Toyota Yaris, di proprietà di una casalinga cinquantaduenne, posteggiata in via Delle Viole, nel quartiere balneare di San Leone. 

A mezzanotte, invece, i vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì erano intervenuti in piazza Del Vespro a Grotte dove era stato segnalato il rogo di una Fiat Bravo. In piazza Del Vespro anche i carabinieri della stazione cittadina che, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno avviato le indagini. La Fiat Bravo è risultata essere di proprietà di un ventottenne meccanico. Accanto all’utilitaria non sono state trovate tracce di liquido infiammabile, né taniche sospette. Le cause dell’incendio, ieri, pertanto, risultavano essere ancora in corso d’accertamento.

Notte di fuoco anche ad Aragona, in via Alessandro Volta. Ed in questo caso sono state due le vetture danneggiate. A bruciare è stata – stando alla ricostruzione dei militari dell’Arma del comando provinciale di Agrigento - la Fiat Punto di proprietà di un trentacinquenne disoccupato. Le fiamme hanno quasi subito attaccato anche la Renault Scenic, di proprietà di una insegnante trentasettenne, che era posteggiata a pochi passi dall’utilitaria Fiat. Le indagini risultano essere ancora in corso, ma a quanto pare i carabinieri starebbero privilegiando l’ipotesi di un incendio accidentale: un rogo, pare, determinato da un cortocircuito sviluppatosi nella Fiat Punto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro incendi hanno devastato cinque auto: è stata una notte di fuoco

AgrigentoNotizie è in caricamento