"In casa aveva due quadri settecenteschi rubati nella chiesa madre", pensionato a giudizio

La Procura manda a processo il 74enne Antonino Fiorello, accusato di "illecito impossessamento di beni culturali appartenenti allo Stato"

In casa teneva due quadri del Settecento rubati quattro anni fa nella chiesa madre di Aragona. I carabinieri, nel corso di una perquisizione alla ricerca di armi, avevano notato i dipinti appesi alle pareti della sua abitazione e non aveva fornito alcuna giustificazione. A distanza di pochi mesi dall’operazione, scattata l’8 luglio, il pubblico ministero Cecilia Baravelli ha disposto la citazione diretta a giudizio per il settantaquattrenne Antonino Fiorello.

Ritrovati due quadri rubati alla chiesa madre, anziano nei guai

L’anziano, che ha alle spalle altre condanne definitive per emissione di assegni a vuoto, comparirà il primo febbraio davanti al giudice monocratico Rossella Ferraro che lo processerà per il reato di “impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato”. I suoi difensori, gli avvocati Leonardo Marino e Giancarmine Volpe, potranno scegliere anche il patteggiamento o il giudizio abbreviato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento