rotate-mobile
Cronaca

Dalla provincia di Verona alla Valle dei Templi in bicicletta: la sfida vinta da un ingegnere

Alessandro D’Andrea, agrigentino trapiantato al Nord ormai da un ventennio è partito sabato scorso da Legnago e in una settimana ha attraversato l'Italia. Al suo arrivo è stato accolto dalle autorità r

 “La necessità e l’urgenza di superare l’isolamento infrastrutturale della nostra terra”: sono le parole di Alessandro D’Andrea, ingegnere agrigentino d’origine, trapiantato al Nord ormai da un ventennio, che, partendo con la sua bicicletta da Legnago in provincia di Verona sabato scorso, ha attraversato l’Italia. La mattina del 14 agosto ha raggiunto la Valle dei templi dove  è stato accolto dalle autorità, dal Lions club Agrigento Host, dagli Ordini professionali dell’area tecnica e da tutti coloro che hnno aderito all'iniziativa denominata "L'Italia tutta in bici per amore".

L’obiettivo di questa sfida è stimolare riflessioni utili alla valorizzazione dei beni culturali, paesaggistici ed ambientali del territorio.

I presidenti e i delegati provinciali degli Ordini professionali dell’area tecnica, raccogliendo gli stimoli dell’ingegnere D’Andrea, hanno annunciato un prossimo convegno sul tema delle infrastrutture che coinvolgerà i massimi rappresentanti delle  istituzioni competenti a livello nazionale e regionale.  

 "Visto che il PNRR, in materia di infrastrutture, non investe più di tanto sulla nostra terra mantenendo il suo isolamento dal resto del Paese - dicono i promotori dell'iniziativa - l’evento sarà finalizzato a stimolare le istituzioni competenti affinché vengano investite nuove risorse per la realizzazione di una serie di interventi infrastrutturali organici per potenziare il sistema portuale, aeroportuale, ferroviario e stradale a servizio della Sicilia centro-meridionale e soprattutto del  territorio della Provincia di Agrigento.

Tutto ciò nella consapevolezza che la nostra terra, se riuscisse a superare il  grave gap infrastrutturale che la opprime da troppo tempo, rilancerebbe autorevolmente il suo ruolo naturale di porta d’Europa sul Mediterraneo, da punto di vista culturale, economico e commerciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla provincia di Verona alla Valle dei Templi in bicicletta: la sfida vinta da un ingegnere

AgrigentoNotizie è in caricamento