rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Sciacca

Rifiuti, autorizzato impianto per la biostabilizzazione nella discarica di Sciacca

A darne notizia, dopo aver acquisito i pareri di Arpa e Asp agrigentine, è il presidente della Regione, Rosario Crocetta

Anche la discarica di Sciacca sarà dotata di impianti per la tritovagliatura (triturazione e la vagliatura dei rifiuti) e, quindi, di un impianto di biostabilizzazione che consente il trattamento (igienizzazione e stabilizzazione) della frazione umida con conseguente produzione di frazione organica stabilizzata (Fos).

A darne notizia, dopo aver acquisito i pareri di Arpa e Asp agrigentine, è il presidente della Regione, Rosario Crocetta.

"L'ordinanza, conforme all’intesa sottoscritta col Ministero dell’Ambiente che prevede anche l’utilizzo di impiantistica mobile, consentirà in brevissimo tempo di poter conferire i rifiuti del comprensorio di Sciacca presso la vicina discarica, con notevole risparmio per i comuni e per i cittadini", ha detto governatore siciliano.

Nell'ultima conferenza di servizi tenutasi lo scorso primo di agosto all'assessorato per l'Energia si era stabilito che "tutti i comuni dell’Agrigentino (Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montevago, Ribera, Sambuca di Sicilia, San Biagio Platani, Santa Margherita Belice, Santo Stefano di Quisquina, Sciacca, Villafranca Sicula), esclusi quelli che conferivano nella discarica di Sciacca, nelle more della riapertura dell’impianto, andranno ad abbancare presso le discariche già autorizzate con ordinanza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, autorizzato impianto per la biostabilizzazione nella discarica di Sciacca

AgrigentoNotizie è in caricamento