rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Impianti di depurazione irregolari, è boom nell'Agrigentino: 31 fuori norma

Tra questi c'è chi è stato già condannato per non aver adempiuto a renderli operativi, ma ci sono molti altri che sono soltanto interessati da procedure d'infrazione non ancora diventate condanne

Impianti di depurazione irregolari nell'Agrigentino. Dei trecento centro in tutta la Sicilia interessati da procedure d'infrazione da parte dell'Unione europea - riporta il quotidiano La Sicilia - 31 si trovano nella provincia di Agrigento.

Tra questi c'è chi è stato già condannato per non aver adempiuto a rendere operativi gli impianti, ma ci sono molti altri che sono soltanto interessati da procedure d'infrazione non ancora diventate condanne, ma che contestano la mancata trasmissione dei dati o l'assenza di corrispondenza tra i valori degli impianti e quanto imposto dall'Ue.

Quelli oggetto di condanna - si legge ancora sul quotidiano - sono pochi e le procedure di contestazione risalgono al 2004, si tratta di tre provvedimenti ad Agrigento, due per Favara, due per Menfi, tre per Porto Empedocle, due per Palma di Montechiaro, due per Ribera e tre per Sciacca. Più lungo l'elenco di quelli dove le procedure sono in corso e comprendono impianti di tutta la provincia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti di depurazione irregolari, è boom nell'Agrigentino: 31 fuori norma

AgrigentoNotizie è in caricamento