rotate-mobile
Cronaca Licata

Immobili demoliti, l'impresa chiede i soldi: servono 250mila euro

Il Comune non ha incassato nulla dagli ex proprietari degli immobili abusivi

Le demolizioni degli immobili abusivi hanno un costo, importante. L’impresa che ha buttato giù le case degli abusivi, oggi presenta il conto. Secondo quanto si legge sul Giornale di Sicilia, la ditta vincitrice dell’appalto chiede il pagamento delle fatture.

La “Patriarca” di Comiso ha presentato ricorso al tribunale amministrativo regionale di Palermo, il totale delle fatture da pagare ammonta a 251mila euro. Soldi, che il Comune di Licata non ha. Per recuperare i soldi il Comune dovrebbe agire a sua volta legalmente contro di loro.

L'impresa ha presentato un ricorso al Tar per ottenere il pagamento di un grosso decreto ingiuntivo notificato senza esito al Comune. L'azienda ha richiesto al Tar l'eventuale nomina di un commissario ad acta in caso di ulteriore inottemperanza.

 Il Comune non ha incassato nulla dagli ex proprietari degli immobili abusivi, neanche un soldo per le spese sostenute utili all'esecuzione degli abbattimenti lungo la fascia costiera. La conferma è arrivata anche in commissione Finanza, dall'assessore al Bilancio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili demoliti, l'impresa chiede i soldi: servono 250mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento