rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Troppi immigrati in giro, scattano i controlli interforze: bloccato un tunisino che rubava in negozio

Il diciottenne, sbarcato nelle ultime ore, è stato sorpreso dai carabinieri mentre stava portando via delle bottiglie di vino da un esercizio commerciale ed è stato arrestato

Servizi interforze per fronteggiare il fenomeno dell'immigrazione clandestina e dei migranti che si allontanano, facendo perdere ogni loro traccia, dopo i cosiddetti sbarchi "fantasma". Da stamattina, è in atto - per disposizione della Questura di Agrigento e del comando provinciale dell'Arma - un potenziato rastrellamento del territorio. 

I poliziotti sono riusciti, stamattina, ad "acciuffare" una decina di migranti, alcuni dei quali nel centro cittadino di Porto Empedocle.

I carabinieri, invece, hanno rintracciato 38 migranti sbarcati a Lampedusa, 13 a Siculiana e 10 che sono stati sorpresi, nelle ultime ore, nel centro storico di Agrigento. Tutti sono stati denunciati alla Procura per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Durante questi controlli, sono state rinvenute e sottoposte a sequestre tre imbarcazioni in legno, utilizzate dai migranti per raggiungere le coste Agrigentine.

Dopo l'arresto del ventiquattrenne tunisino, per il furto di un ciclomotore posteggiato davanti la chiesa Madre di Lampedusa, i militari dell'Arma hanno, nelle ultimissime ore, bloccato un diciottenne mentre rubava bottiglie di vino all'interno di un esercizio commerciale di Lampedusa. L'immigrato, giunto ieri a Lampedusa, è stato arrestato. 

Sabato, il sindaco di Agrigento Lillo Firetto aveva annunciato, e così effettivamente è stato, che avrebbe mandato una richiesta ufficiale al ministro dell'Interno Minniti per chiedere il potenziamento dei presidi delle forze dell'ordine. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi immigrati in giro, scattano i controlli interforze: bloccato un tunisino che rubava in negozio

AgrigentoNotizie è in caricamento