Immigrazione clandestina, a processo due presunti scafisti

Sono stati accusati dai migranti che si trovavano a bordo della "carretta del mare" poi salvata dalla nave Diciotti

Il tribunale di Agrigento

E' iniziato nei giorni scorsi il processo a carico di un egiziano e un bengalese accusati di associazione a delinquere per il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e violenza sessuale. 

I due sono stati individuati dagli occupanti del barcone come gli scafisti che guidavano quel "viaggio della speranza". I migranti vennero recuperati dalla nave "Diciotti" che poi attraccò a Catania e lì rimase a lungo a causa di un interminabile "braccio di ferro" con il ministero dell'Interno.

Per la vicenda del mancato sbarco l'ex ministro Matteo Salvini rischiava il processo ma venne salvato dal Parlamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento