Caso "Sea Watch 3", la Procura apre una nuova inchiesta: è a carico di ignoti

Il reato ipotizzato, dall'aggiunto Salvatore Vella, è favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

La Procura di Agrigento, con l'aggiunto Salvatore Vella, ha aperto un fascicolo d'inchiesta sul caso della "Sea Watch 3" che da sei giorni è al confine delle acque territoriali italiane, a 16 miglia circa da Lampedusa. Il procuratore aggiunto, Salvatore Vella, nel fascicolo - a carico di ignoti - ha ipotizzato il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Divieto di ingresso in acque italiane, il Tar respinge il ricorso della "Sea Watch 3"

Sbarcati 10 immigrati della "Sea Watch3", anche Trenta e Toninelli firmano il divieto di ingresso della nave

Nei giorni scorsi, il Viminale aveva dato l'autorizzazione allo sbarco di 10 delle 53 persone a bordo, fra cui immigrati che stavano male e bimbi in fasce. 

Salvini firma il divieto di ingresso: no acque italiane per la Sea Watch3

Appena lo scorso 9 giugno, la "Sea Watch3" aveva lasciato il porto di Licata dove era rimasta sotto sequestro, da parte della Procura della Repubblica di Agrigento, dopo aveva consentito lo sbarco di 47 immigrati su Lampedusa. Una vicenda molto simile a quella che si sta vivendo negli ultimi giorni. Una vicenda che, in precedenza, appunto, portò all'iscrizione del comandante della nave Ong nel registro degli indagati. 

Consiglio d'Europa: "Dare subito un porto a Sea Watch" 

"I migranti salvati in mare non dovrebbero mai essere sbarcati in Libia, perché i fatti dimostrano che non è un Paese sicuro". Così all'Ansa Dunja Mijatovic, commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, che si dice "preoccupata per l'atteggiamento del governo italiano nei confronti delle ong che conducono operazioni di salvataggio nel Mediterraneo". Il commissario chiede che alla "Sea Watch 3 sia indicato tempestivamente un porto sicuro che possa essere raggiunto rapidamente".

Salvini: "In Italia non arriva nessuno"

"In Italia per quello che mi riguarda e col mio permesso non arriva nessuno, possono mandare i caschi blu dell'Onu, gli ispettori del consiglio d'Europa, il commissario Basettoni, Pippo, Pluto e i Fantastici 4. Barchini e barconi non ne arrivano". Lo ha detto - secondo quanto riporta l'Ansa - il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini a margine dell'assemblea di Confartigianato precisando ribadendo che i porti restano chiusi: "A me interessa che l'immigrazione sia sotto controllo, in Italia si arriva rispettando le regole". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento