"Immigrazione clandestina", assolto un 64enne menfitano

I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione

foto archivio

“Immigrazione clandestina”, assolto Pietro Bono. I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione con la riduzione per il rito abbreviato per il 64enne di Menfi. L’uomo era accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nell’ambito dell’operazione “Skorpion fish”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad assolvere Pietro Bono è stato il giudice Antonella Tesoriere. Secondo quanto fa sapere l’edizione giornaliera del Giornale di Sicilia, l’uomo è difeso dall’avvocato Accursio Gagliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: calano i contagi, ma ci sono Comuni dove si registra un'impennata

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • Coronavirus: boom di contagi in città (+7), Licata (+7) e Canicattì (+10), positivi alunni, docente e operatore: scuole chiuse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento