menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il rimorchiatore Città di Vigata entra in servizo

A Porto Empedocle era ormai necessario un altro e più potente rimorchiatore come il Città di Vigata

La giornata grigia e piovigginosa non ha guastato l'atmosfera del "battesimo" del nuovo rimorchiatore Città di Vigata. L’unità entra ufficialmente in esercizio per affiancare il vecchio rimorchiatore Cile che tuttavia non andrà in pensione e, all'occorrenza, supporterà il Città di Vigata nelle manovre di attracco delle grandi navi. Nella sua lunga attività, il Cile si è meritato un encomio solenne da parte delle Autorità marittime per il disincaglio, nel 1996, di una nave che trasportava cemento contribuendo così ad evitare il rischio di un disastro ecologico.

A Porto Empedocle era ormai necessario un altro e più potente rimorchiatore come il Città di Vigata, lungo 31 metri, dotato dei più moderni sistemi di navigazione e con lo sgancio automatico del tiro, un’importante manovra di sicurezza in situazioni di pericolo. Il Città di Vigata, che impiega una potenza di 2500 cavalli ed ha il tiro punto fisso di 41,2 tonnellate, è stato costruito e varato nel 1988 nei cantieri navali di Ancona. Il nostro porto risulta ora più adeguato al grande incremento del traffico marittimo di questi ultimi anni dovuto anche alle numerose navi da crociera che approdano a Porto Empedocle ed alla notevole esportazione del salgemma che dalle vicine miniere viene imbarcato dai moli empedoclini. Finalmente un valido aiuto al mitico Cile che, varato dai Cantieri navali di Castelsardo nel 1956 e rammodernato nel 1976, dal 1993 instancabilmente porta al "guinzaglio" centinaia di navi verso l'approdo.

A tagliare il nastro è stata Flavia, la giovane madrina che per prima ha messo piede a bordo del Città di Vigata, seguita dall'Amministratore Unico della Compagnia trasporti petroli Nunzio Ruvio. Dopo il "tutti a bordo" Ruvio e la piccola madrina hanno stappato la classica bottiglia di spumate per "battezzare" il ponte del "Città di Vigata" che vedrà  al timone, come sempre ed abilmente, il comandante Angelo Gagliano. Alla sobria cerimonia non ha potuto presenziare il comandante della Capitaneria di Porto, Rinaldo Di Martino, impegnato in Prefettura per una importante riunione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento