rotate-mobile
Cronaca Raffadali

Il Pd di Raffadali chiede le dimissioni di Cuffaro

Il sindaco di Raffadali non sembra preoccuparsene: "Sono e resto sindaco fino all'ultimo giorno...

“Silvio si deve dimettere”. Non è il Bersani nazionale che quotidianamente si rivolge a Berlusconi, sapendo di non essere preso in considerazione, ma il Pd di Raffadali, che si rivolge al sindaco Silvio Cuffaro. Il Pd per oggi pomeriggio ha infatti organizzato una manifestazione, per chiedere le dimissioni del primo cittadino, all’interno della biblioteca comunale, autorizzata dallo stesso Cuffaro. Dimissioni o non dimissioni, a Raffadali si voterà in ogni caso in primavera e questa uscita del Pd avvia, di fatto, la lunga campagna elettorale.

Secca la risposta del primo cittadino: “Un messaggio assolutamente falso che ha messo in allarme i cittadini e che, in un primo momento, ha sorpreso pure me. Ma vorrei tranquillizzare la mia gente: sono e resto sindaco fino all’ultimo giorno del mio mandato. Nel rispetto degli impegni assunti con i raffadalesi. Comprendo che siamo ormai in clima di campagna elettorale – aggiunge il sindaco – ma ingannare l’opinione pubblica non è corretto e rispettoso. Il partito democratico, promotore di questa maldestra iniziativa ad effetto, è rimasto nella tana per quattro anni.  Solo ora, a pochi mesi dalle elezioni, accenna un timido e balbettante risveglio. Ma i cittadini sono maturi e non cadono in queste banali trappole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd di Raffadali chiede le dimissioni di Cuffaro

AgrigentoNotizie è in caricamento